paesaggio-nizza-monferratoNizza Monferrato è un piccolo e suggestivo paese, che si estende tra il torrente Belbo e il Rio Nizza ed è situato poco lontano da Asti, Canelli, Alba e Acqui Terme. L'abitato è situato in quello che è un tipico paesaggio collinare, in una zona dal clima mite particolarmente favorevole alla coltivazione delle viti e quindi alla produzione del vino. L'economia del territorio è di tipo Commerciale ed Agricolo e raggiunge punte di assoluta eccellenza per quanto riguarda la produzione vitivinicola, grandi uve DOC e DOCG come il Barbera, il Dolcetto, il Moscato, il Brachetto, il Cortese, la Freisa e il Grignolino. Panorama delle colline intorno a Nizza Monferrato Il vitigno di punta di queste colline è il Barbera, che trova condizioni pedoclimatiche particolarmente favorevoli per la sua maturazione; i produttori ottengono dalle sue pregiate uve una Barbera d'Asti di tali qualità organolettiche, da indurre gli organi competenti a riconoscere una sottozona di altissimo pregio, quella che rappresenta il territorio dei 18 comuni in cui si può produrre la Barbera d'Asti Superiore Nizza.   palazzo-comunale-nizza-monferratoNel centro storico di Nizza si trovano alcuni edifici storici di particolare interesse, primo tra tutti il Palazzo Comunale, del XIV-XV secolo sormontato dall'antica torre campanaria del Municipio, conosciuta dai nicesi come "el Campanon"; antistante, sempre nella piazza Martiri di Alessandria (o piazza del Comune) si trova il Palazzo De Benedetti, splendida residenza del XVIII secolo. Il palazzo Comunale e la Torre del Campanone, in Piazza Martiri di Alessandria a Nizza Monferrato Degno di nota è anche l'Ospedale Santo Spirito, ricavato in un'antichissima costruzione che ha sempre ospitato comunità di religiosi e al suo interno, ospita la minuscola Chiesa del Santo Spirito, con portale in legno intagliato, restaurata nel 1877. Non ultimo certamente è Palazzo Crova, esempio di residenza nobiliare cittadina del XVIII secolo, comprende un bell'edificio, opera dell'architetto Robilant e un giardino racchiuso in alte cinte murarie. Attualmente è sede della biblioteca civica, dell'Ufficio Informazioni Turistiche, dell'Enoteca Regionale, della Condotta Slow Food delle Colline Nicesi, del Presidio del Cardo Gobbo di Nizza e dell'Associazione Produttori del Nizza - Barbera d'Asti.  

 

 

 

LA MAPPA DEL NIZZA

cartinanizza201
mappa-il-nizza

La zona di produzione del "Nizza" può essere suddivisa, per le caratteristiche del terreno, in 5 aree.

sabbie Sabbie

Suoli poco evoluti(Entisuoli) a tessitura asabbioso franco o franco-sabbiosa, da deposiziti marini molto grossolnani debolmente consolidati o sciolti.
Comprendono parte dei comuni di Vinchio, Cortiglione, Incisa, parte di Mombercelli, Mombaruzzo. Il terreno è costituito da sabbie sia fini che grossolane a permeabilità elevata; è una zona poco fertile, povera di sostanza organica.

sabbie-marnose Marne Sabbiose e Sabbie

Suoli poco evoluti (Entisuoli) a tessitura franco-limosa o franco-sabbiosa, da depositi marini da fini a grossolani debolmente consolidati.
Comprendono i comuni di Castelnuovo Calcea, parte di Agliano, Mombercelli, parte di Nizza M.to, Castelnuovo Belbo e parte di Mombaruzzo. Il terreno è costituito da sabbie e marne a permeabilità moderata.

marne Marne

Suolo poco evoluti (Entisuoli) a tessitura franco limosa franco-limoso argillosa, o argilloso-limosa, da depositi marini fini debolmente consolidati.
Comprendono i comuni di Agliano, Moasca, San Marzano Oliveto, Castelrocchero parte di Castel Boglione e parte di M.to. Suoli limoso-marnosi con presenza di argilla a permeabilità moderatamente bassa.

arenarie Arenarie

Suoli Franco-Sabbiosi o Franco-Limosi da depositi marini grossolani consolidati.
Comprendono i comuni di Calamandrana, Castel Boglione e Rocchetta Palafea. Qui troviamo marne e arenarie a permeabilità moderatamente elevata.

limi Limi e Sabbie Fini

Suoli evoluti (Alfisuoli), a tessitura franco-argillosa o franco-limoso-argillosa da depositi alluvionali antichi fini non consolidati.

SUOLI SABBIOSI

(Porzione di suolo con diametro tra 0,005 mm - 2,0 mm)
In generale i suoli sabbiosi danno ai vini minore intensità e tonalità colorante (rosso violaceo), meno struttura, acidità medie più elevate, php più bassi, minore alcol potenziale, profumi e fragranze più fini ed eleganti.
Daranno vini fini da bere freschi e saranno pronti prima.

MARNE SABBIOSE E SABBIE
(La marna è costituita da calcare-argilla in pari quantità di natura sedimentaria)
In generale questi terreni danno origine a vini di media struttura, acidità e ph medi, da minore a media intensità e tonalità colorante (rosso violaceo più intenso) e un alcol potenziale più alto della media dei terreni sabbiosi.(Dipende molto dalla percentuale di marne presenti)
Daranno potenzialmente vini di medio corpo da invecchiamento abbastanza longevi.

MARNE
(Il limo è la porzione di suolo con diametro tra 0,002 mm - 0,005 mm)
In generale questi terreni daranno vini con maggiore concentrazione di antociani e polifenoli, quindi maggiore intensità e tonalità colorante (rosso rubino), ph medio alto, acidità bassa, profumi intensi di terra (TUF: il nome dialettale locale delle marne).
Vini eleganti, strutturati a molto strutturati, da invecchiamento, longevi. Avranno bisogno di più tempo per essere pronti.

ARENARIE
(Le arenarie sono di origine sedimentaria costituite da granuli di sabbia tenuti insieme da carbonato di calcio)
Per certi versi hanno molte caratteristiche riconducibili ai terreni sabbiosi.
In potenziale daranno vini con intensità e tonalità colorante nella media (rosso violaceo), acidità più elevata, ph medio, profumi fini, meno alcol potenziale, meno struttura finale, meno polifenoli.

Tutte queste descrizioni delle caratteristiche potenziali dei vini, riferite ai terreni di provenienza, sono da prendere come riferimenti generali, in quanto il terreno di un vigneto di collina non ha un sistema omogeneo ma puà cambiare in pochi metri.
Esistono vigneti formati anche da tutte e quattro le caratteristiche sopra citate "miscelate" insieme.

 

 

Un pensiero su “Il Territorio

I commenti sono chiusi.